Wojnicz inoltre le sue curiosita il palazzo dambski

Wojnicz è un insediamento unico tra i delfini, con il quale può essere potente nel girovagare intorno a Małopolska. In questo modo, in una leggera pausa da Tarnów, incredibili reliquie attendono i globetrotter. Ognuno di essi ha il blocco della torre Dąmbski - un portamento dell'ideale neogotico, il resto inestimabile degli antichi maestri del lato attuale. L'ultimo quartetto risale al 1870 secondo il progetto di Karol Politsky nell'appartamento dell'ex copia. L'attuale proprietario della casa di Wonicz era Władysław Dąmbski, un chiaro lealista, che aveva familiarizzato la sua corte nativa con i guerriglieri di novembre e poi con quelli di gennaio. Una campagna a stretto contatto con lui ha lasciato anche un delinquente illecito su due catture plananti. Dopo la perdita di Dabbski, il suo fondo andò agli arti della sua padrona, inoltre un gruppo di giordani. Nel 1936, la corte fu bloccata nell'istituzione del metodo contadino, troppo tardi come collegio e scuola materna. Vuoto negli anni '90, è stato diviso in quarti dalla provincia di Wojnicz e rinviato a tempi più amichevoli. L'attuale, affidabile, monumento a due piani sarà probabilmente approvato da ben tre orologi estivi, che nominano un contatore non per i fanatici dell'attuale aggregato di oggetti d'antiquariato.