Esplosione di emergenza 4 alla stazione polare

L'esplosione è caratterizzata da una reazione molto intensa di ossidazione o decomposizione, che conta su un'enorme combustione di gas combustibili, vapori, liquidi infiammabili o polveri o fibre nel corpo, causando un aumento della temperatura o della pressione insieme a un'onda d'urto e un effetto acustico.

L'esplosione avviene in condizioni ben definite, precisamente quando la concentrazione di combustibile combustibile viene estratta in un intervallo definito con precisione, che è chiamato la possibilità di esplosione. La concentrazione del combustibile nelle possibilità del compartimento dell'esplosione non causerà un'esplosione. Per creare un'esplosione, c'è sempre più energia, il cui iniziatore può essere componenti come scintille sorte durante l'operazione di macchinari e costruzioni elettriche, gli elementi dell'impianto riscaldati a scariche atmosferiche ed elettrostatiche molto elevate. Questa energia è determinata dalla giovane energia di accensione e determinata da quanta energia bassa il condensatore nella regione elettrica, la cui scarica può accendere la miscela e la fiamma si diffondono in specifiche condizioni di prova. I dispositivi di sicurezza antideflagranti sono piatti antideflagranti destinati alla carriera in aree particolarmente a rischio di esplosione.

Il valore dell'energia minima di accensione è un parametro che consente di valutare il rischio di esplosione che sorge con fonti possibilità esistenti regione, come scintilla elettrica, una scintille elettriche derivanti dai circuiti elettrici capacitivi o induttivi e scintille meccaniche.

Il carburante desidera entrare in contatto con l'ossidante e l'inizio della combustione richiede un agente di inizio. È peggio iniziare un'esplosione di polvere piuttosto che un'esplosione di gas. Il gas si mescola spontaneamente all'atmosfera a causa della diffusione e per generare una nuvola di polvere è necessaria una miscelazione meccanica. Ridurre al minimo lo spazio dell'esplosione favorisce la violenza dell'esplosione, mentre nel successo delle ammende viene percepito come un fattore che contribuisce al suo verificarsi. Tra i gas, probabilmente esistono ossidanti invece di ossigeno, ad esempio fluoro. I liquidi che sono ossidanti includono acido perclorico, perossido di idrogeno e tra i solidi ossidanti sono: nitrato di ammonio, ossidi metallici. I combustibili sono principalmente tutti i liquidi, i gas, ma anche i solidi.