Cos e la protezione ambientale

I problemi di sicurezza e protezione delle cose nell'industria sono principalmente combinati con la protezione dell'ambiente naturale. Proviamo a mostrare come l'UE ha normalizzato le normative combinate con la sicurezza industriale basata su un case study - & nbsp; studi di casi atex.

Dato che l'intero gruppo di macchine e dispositivi è incaricato di svolgere funzioni nelle miniere di carbone, in cui può incontrare il rischio di esplosione di metano e di polvere di carbone, la direttiva 94/9 / CE è discussa in un'attività specifica che affronta questi rischi .

Nel marzo 1994, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno adottato il cosiddetto Nuovi approcci 94/9 / CE sulla normalizzazione delle leggi diritto degli Stati membri relative agli strumenti e metodi di protezione che sono progettati per fini in atmosfera potenzialmente esplosiva, che è conosciuta come la direttiva ATEX. & nbsp; & nbsp; In attuazione delle disposizioni dell'articolo 100 del Trattato di Roma, la fine principale di questo informazioni è lo scopo del movimento senza problemi delle merci, che darà un notevole livello di protezione contro le esplosioni. Tuttavia, tale direttiva non era incline a intervenire nel campo della armonizzazione della protezione contro le esplosioni nei gruppi europei. Con circa 20 anni, la gente avrebbe bisogno di adattarsi a una serie di cosiddette regole. vecchio approccio alla libera circolazione delle merci ora coperto dalla direttiva ATEX.

Femin Plus

La direttiva 94/9 / CE è entrata in vigore a partire dal 1 ° luglio 2003, sostituendo le vecchie direttive del vecchio approccio 76/117 / CEE e 79/16 / CEE per i dispositivi elettrici che sono dati a scopo di lucro nelle zone a rischio di attacco aereo e Direttiva 82/130 / CEE, che gestisce dispositivi elettrici completati per l'uso in aree a rischio di esplosione nella stanza delle miniere di gas. Le procedure per valutare il consenso sulla vecchia piattaforma di approccio erano dipendenti, ma con strumenti elettrici che volevano eseguire tutti i requisiti di sicurezza definiti con precisione. La ricerca ha dimostrato che i dispositivi elettrici sono una fonte di accensione solo nel bel mezzo del successo. In relazione a ciò, solo la natura elettrica indicata nelle vecchie direttive sui rischi è quasi sufficiente per ottenere la dimensione massima di protezione richiesta dalla Regola 100a del Trattato di Roma.